Anticiclone e niente freddo

Voglio la neve!
Almeno facesse le onde...
Odio il freddo.
Prendo quel che viene.



Risultati
Sondaggi

Voti: 298
Commenti: 0
 
 
0
    
   Storie » Riflessione prima, durante e dopo Una Session  
 
Pubblicato Giovedì 13 Novembre 2008 da shaun
 
 

Surf da onda
Soltanto chi accetta questo assunto E' PRONTO PER LA VITA...


Durante il mio ultimo viaggio o se preferite surf trip, ho riflettuto molto sul sentimento della Paura. Si ci ho riflettuto molto. E l' ho fatto mentre ero all'aeroporto prima dell' imbarco, poi durante il decollo e durante l'atterraggio. Dopo, ho affittato la macchina. E mentre viaggiavo verso la mia sistemazione, ho continuato a riflettere su quei sentimenti che , se alimentati,  si trasformano in abitudini e quelle abitudini poi si trasformano in  fastidiose convinzioni limitanti. Parlo sempre della Paura, dell' incertezza. Volete sapere una cosa? spero di si perchè Per me vale la pena di dirvela. Ho passato alcuni periodi nella vita nei quali mi sono privato di certe esperienze perchè avevo paura. perchè ero incerto. Parlo di tutto, non solo di surf, parlo di avere il coraggio di cambiare lavoro di cambiare abitudini di cambiare idea su qualcosa di cambiare quei vestiti che ormai son lisi oppure troppo stretti. Anche di cambiare Fidanzata. Cambiare, senza paura e accettare le conseguenze. Affrontare qualcosa che conosciamo poco senza timore.

Ho capito che molte esperienze le ho rifiutate perchè sentivo che potevo perdere qualcosa. Vi scrivo perchè spero che nessuno commetta gli errori che ho commesso io, limitandomi. Che segone che vi sto proponendo vero? ma Vi prego ascoltatemi ancora qualche momento. Forse per qualcuno potrà valerne anche la pena.

Ho capito questo nel surf. La paura di certe situazioni in mare..pensate che a volte non remavo sull' onda perchè avevo paura di prendere uno schiaffo troppo pesante se avessi sbagliato qualcosa. Paura. Poi mi sono reso conto che a volte avevo paura anche di qualcosa che era nelle mie possibilità. Vedevo tutto ingigantito. E mi Bloccavo. E non potevo esprimermi. Poi fortuna volle che mi capitò di leggere da un certo R. Bach una frase molto illuminante (per me)

'SE ELEVI LA TUA COSCIENZA IL PANORAMA CAMBIA'

E qualcosa cambiò in me dopo aver meditato sulla verità di questa affermazione. dico sul serio! Era la mia mente, le convinzioni limitanti che mi bloccavano e vedevo le onde più grosse e cattive di quelle che in realtà erano. Si parliamo di surf...ma va bene per tutto questa idea! Se mi evolvo , le cose riesco a vederle nella giusta prospettiva. L'aspetto delle cose assume forme meno mostruose e i problemi si trasformano in possibilità. Di crescere sempre più.

Si, avete ragione arrivo al dunque: quando sono partito mi portavo ancora appresso qualche convinzione limitante, qualche paura... e se poi entro in condizioni troppo proibitive? e se commetto errori di valutazione? e se parto su un fischione che in realtà è un bel close out cattivo? e se mi FACCIO MALE? per fortuna che insieme a me , nel mio viaggio, c' era un libro ed in questo libro ho letto una cosa bellissima, ma talmente bella ed esposta bene che sono entrato in acqua il giorno dopo in condizioni che secondo me erano sopra le mie possibilità (almeno così sono indotto a credere) e qualcosa dopo alcuni vani tentativi è scattata. Ho raggiunto la Line up nel momento giusto senza troppi affanni e poi ho visto qualcosa arrivare e ho pure capito che sebbene non era una di quelle che vOi più esperti definireste 'BOMBE'...bhe per me..non ci sono cazzi! era un abomba quella che stava gonfiandosi. Ma diverso fu il mio atteggiamento perchè intanto ,io , remavo nella direzione di apertura dell' onda con decisione e costanza, il busto era inarcato molto di più del solito e le ginocchia premevano sul deck in un assetto quanto mai equilibrato...così sentivo. Poi ho sentito l'onda che spingeva, spingeva forte! Non ci ho pensato molto e son saltato su. Corpo accucciato, Le mani ancora a sfiorare vagamente i rail...lo sguardo verso sinistra e la corsa più bella che mi sia mai fatto era iniziata! Parete per pochi istanti e poi sono fuggito dalla sezione che chiudeva con prepotenza (cioè per voi magari sarebbe stato mezzo metro moscio..non so...) per farmi trasportare verso riva a godermi un momento che per me per intensità è stato unico.

Non avrei forse mai vissuto quel momento se qualcuno o qualcosa non mi avesse esortato, incitato a guardare dentro di me, intorno a me..e a capire provandolo che possiamo risucire in qualsiasi cosa desideriamo sinceramente.

Capii anche e finalmente perchè il surf  è crescita, conoscenza ed evoluzione del proprio io. Ti spinge come poche cose a guarare dentro di Te, ad accettarti e poi ad amarti. Poi dopo tutto è possibile, comprese le bombe di due metri.

Vi lascio con la lettura che svegliò qualcosa in me. Grazie per avermi letto, se lo avete fatto!

P.s. io ho perso molto tempo dietro a sentimenti sbagliati, non fate il mio errore.

 

'Vivere la propria leggenda personale'

Ho piena coscienza che morirò. Ho capito che, anche se la vita continua e tutti siamo eterni, un giorno questa esistenza terminerà.

Si pensa poco alla morte. Passiamo la vita preoccupandoci di autentiche assurdità, rimandando cose, trascurando momenti importanti. Non osiamo rischiare, perchè pensiamo che sia pericoloso. Ci lamentiamo copiosamente, ma diventiamo vigliacchi quando si tratta di assumere provvedimenti.

Vogliamo che tutto cambi, ma ci rifiutiamo di cambiare noi per primi.

Se le persone pensassero di più alla morte, non si scorderebbero di fare talune telefonate...e sarebbero più folli ... non temerebbero la fine di questa incarnazione....

..perchè non si può avere paura di qualcosa che avverrà comunque...

Gli Indios affermano ' oggi è un giorno buono come qualsiasi altro per lasciare questo mondo'

Molto tempo fa, uno stregone ha detto:

'che la morte sia sempre seduta al tuo fianco, in tal modo quandodobvrai compiere imprese importanti, ti darà la forza ed il coraggio necessari'

Tutti, presto o tardi moriremo.

Soltanto chi accetta questo assunto E' PRONTO PER LA VITA

[brano tratto da 'sono come un fiume che scorre' Paulo Cohelo]



 
 
 

Formato PDF Adobe Acrobat  Formato PDF

Versione stampabile Versione stampa

Invia per email Invia per email

 
 
 


  • Articoli Surf da onda
  • Indice articoli
  • Anteprima articoli
  • Cerca nel sito

    Top in Surf da onda:
    Allenamento » Esercizi di potenziamento muscoli spalle e braccia

  •  
     
     
    9.7
    9.79.79.79.79.7
    Voti: 14

    Esprimi il tuo giudizio
    su questo articolo:

    2
    44
    666
    8888
    1010101010

     
     
    Limite
    I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. SurfReport non è responsabile per il loro contenuto.

    Commenti non abilitati per gli utenti Anonimi, registrati

    Re: Riflessione prima, durante e dopo Una Session (Voto: 0)
    da surfz il 19/12/2011
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    complimenti! e difficile per tutti accettare la morte ma solo cosi possiamo vivere davvero senza aspettarla passivamente questo non vuol dire andarsela a cercare per fora significa provare a vivere a pieno la vita consci di dover morire prima o poi!

     
    Home · Contattaci · Raccomanda · Guestbook · Accessi  |  WAVE  |  WIND  |  SNOW  |  Top10 · Cerca · Gadgets · Sostieni · Registrati · Logout      
    Meteo Maps Webcam Reports Spots Forum Gallery Articles MySurf Directory Shops Camps Chat Libri News Gruppi Eventi Annunci
     
    Pagina generata in 0 sec. - WEB Server: Apache - OS: Linux - CMS: PHPNuke. I contenuti sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons. I siti collegati possono richiedere l'esclusione dal portale. Risoluzione minima consigliata 1280x1024. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox
    Supported by CBA 3BMeteo Test paternità SurfReporter LetsGoItaly Directory SitiUtili WebDir Cerca Codici sconto
    Permalink: http://surfreport.it/modules.php?name=News&file=article&sid=182