Anticiclone e niente freddo

Voglio la neve!
Almeno facesse le onde...
Odio il freddo.
Prendo quel che viene.



Risultati
Sondaggi

Voti: 322
Commenti: 0
 
 
0
    
   Storie » Intervista col vampiro  
 
Pubblicato Martedì 20 Gennaio 2009 da willycuba
 
 

'prego, si accomodi...'la stanza e' in penombra, anche se e' quasi mezzogiorno, pero' la giornata e' un po' nuvolosa. Poi qui tra Pigalle e Montmartre,la vita e' solo di notte, inoltre mi trovo in un seminterrato, sotto il Museo dell'Erotismo. Il tizio non riesco a vederlo bene in faccia, sara' la poca luce, saranno i lunghi capelli e poi nella stanza e' tutto un gioco di luci ed ombre, luce soffusa, pareti scure , mobili e divani di legno ciliegio e tappezzeria rosso purpureo....avverto una strana sensazione quando nel salutarmi mi stringe la mano : tepore e gelo allo stesso tempo....silenzio...mi accomodo e mi preparo, con un taccuino con copertina nera e piccolo registratore, e lui sempre immobile...che aspetta...aspetta...aspetta...

...mi siedo , si siede...'posso sapere intanto il suo nome ?'......'sono Charle Louis Etienne Rochefort....'.......continuo ad avvertire sempre di piu' una sensazione strana...quasi freddo, vorrei andarmene ma allo stesso tempo fare un botto di domande.....il monsieur si gira verso la finestra, quasi volesse scorgere fuori, ma non mette mai il viso sotto il raggio di sole che passa tra le due tende semi aperte....'allora....'....ancora silenzio , comincio ad inquietarmi, ma cerco di non farlo vedere....'se preferisce, comincio a parlare , senza che mi fa domande, a ruota libera....come preferisce' mi fa con voce ferma, provo una certa rassicurazione , vorrei rispondere ma ho un nodo in gola e non so perche', poi prendo coraggio, un respiro profondo e rispondo 'magari, cosi' sembrera' tutto piu' naturale...'.....allora lui si alza, sposta verso l'unico raggio di sole che entra in stanza una grande specchiera, cosi' c'e' un po' piu' di luce nella stanza, poi si mette tra la finestra e lo specchio, cosi' vedo meta' corpo semi illuminato e meta' all'ombra...'allora' fa lui...'vivo qui , a Parigi, da un po'...anche se in realta' la mia permanenza terrena e' piu' lunga, ma provengo da Mont saint Michel, sono arrivato al tramonto di una mareggiata d'autunno...una volta raggiunti i scogli, mi inerpicai sul'isola, fino ad una casupola sopra la collina'...si alza e prende un liquore, armagnac credo, e lo versa in 2 bicchieri e io faccio subito cenno di no , allora si serve da solo...'in realta', ricordo solo un certo momento, la mia iniziazione...dall'abisso...dell'oceano, prima ricordo vagamente poco...fin da giovane vivevo nei pressi di New Orleans, mio padre era un possidente terriero...io avrei dovuto prendere il suo posto, ma sapevo gia' che li non era il mio posto, una notte scappai verso il mare, mi imbarcai di nascosto in un veliero mercantile...uscivo solo la notte sul ponte...passai cosi' circa 30 gg, poi la nave arrivo' a New York, mi nascosi in una cassa di mercanzia...mi ritrovai in una grande villa , nelle campagne a nord della citta', ma il richiamo del mare era troppo forte, attraversai tutta la notte la citta' fino ad arrivare all'alba a Coney Island...trovai una nave diretta in Inghilterra e mi imbarcai come aiutante di ponte, mi offrii fisso per il servizio notturno, cosi' di giorno ero sempre sottocoperta, purtroppo su quella nave si compii il mio destino...la nave si chiamava PRINCESS MARY BLOODY....conobbi una donna, non so chi fosse, di nobili fattezze e di una bellezza inaudita, senza eguali, capelli nerissimi, occhi nero profondo con una punta di rosso al centro della pupilla....'vuoi vivere una notte lunga che non ha mai fine? '...mi disse...'io mi sentivo uno schiavo, con catene piu' dure di quelle degli schiavi della piantagione di mio padre...non so bene cosa ma sentivo una forte attrazione verso di lei...finche' , all'improvviso, un'ondata gigantesca spazza tutto il ponte , sollevando in alto nel cielo quella splendida creatura, che sembrava camminare sulla cresta dell'onda...io afferai la prima cosa che mi capito' tra le mani : una lunga passerella di legno, con punta arrotondata, lunga circa 3 metri...il mare era grosso, nero , con lei che emanava una luce scarlatta che a volte rendeva le acque piu' blu della notte stessa...mi buttai sulle acque pagaiando con le braccia verso di lei, ma di fronte a me avevo non onde ma delle mura, alte, ripide....ad un tratto lei scompare...mi metto a cavalcioni sulla passerella quando qualcosa mi cinge e stringe da dietro le spalle, sentii un sussurro, quasi un sibilo da dietro il collo che diceva 'ora vieni con me ....nell'abisso senza fine'....e mi ritrovai a scendere sempre piu' giu' a scendere nel nero delle acque, sempre piu' giu' e sempre piu' nere...finche' qualcosa mi attanaglio' il collo...aprii gli occhi e vidi una sirena , ma con capelli come medusa, gli occhi viola e la bocca che prima da un dolce sorriso poi lascia spazio ad una dentatura come uno quella di uno squalo serpente, ma ancor piu' brutale e ripugnante.....poi il buio, sempre piu buio...buio.....e al buio , steso su quella passerella , quando riaprii gli occhi vidi Mont saint Michel......'.....oggi , sembra, che certe creature della notte si siano evolute, che sopportano la luce , il sole , che sembrano entrate in un letargo , dalla loro condizione soprannaturale, vivendo una vita terrena , del tutto quasi normale......e a Parigi, dove una volta vi era un teatro a loro dedicato, qualcuno di loro ha trovato ...............l'amore. Del resto l'unica creatura che e' capace di consacrare una intera esistenza per la passione di un'amore ....senza mai fine, e' solamente una............(ora avrete capito perche' non dormo quasi mai ?!).............questo e' un racconto (quasi) autobiografico................buona notte a tutti voi...e dormite pure sonni tranquilli.....se ci riuscite......

 
 
 

Formato PDF Adobe Acrobat  Formato PDF

Versione stampabile Versione stampa

Invia per email Invia per email

 
 
 


  • Articoli
  • Indice articoli
  • Anteprima articoli
  • Cerca nel sito

    Top in :
    Meteo tools » Tipi di Crepuscolo e il calcolatore universale di alba e tramonto

  •  
     
     
    2
    2
    Voti: 1

    Esprimi il tuo giudizio
    su questo articolo:

    2
    44
    666
    8888
    1010101010

     
     
    Limite
    I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. SurfReport non è responsabile per il loro contenuto.

    Commenti non abilitati per gli utenti Anonimi, registrati

     
    Home · Contattaci · Raccomanda · Guestbook · Accessi  |  WAVE  |  WIND  |  SNOW  |  Top10 · Cerca · Gadgets · Sostieni · Registrati · Logout      
    Meteo Maps Webcam Reports Spots Forum Gallery Articles MySurf Directory Shops Camps Chat Libri News Gruppi Eventi Annunci
     
    Pagina generata in 0 sec. - WEB Server: Apache - OS: Linux - CMS: PHPNuke. I contenuti sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons. I siti collegati possono richiedere l'esclusione dal portale. Risoluzione minima consigliata 1280x1024. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox
    Supported by CBA 3BMeteo Test paternità SurfReporter LetsGoItaly Directory SitiUtili WebDir Cerca Codici sconto
    Permalink: http://surfreport.it/modules.php?name=News&file=article&sid=186