Anticiclone e niente freddo

Voglio la neve!
Almeno facesse le onde...
Odio il freddo.
Prendo quel che viene.



Risultati
Sondaggi

Voti: 187
Commenti: 1
 
 
0
    
   Isole Canarie » Lanzarote » Triunfo de Naturaleza  
 
Pubblicato Martedì 1 Febbraio 2005 da bra
 
 

Surf da onda
Le Canarie sono da sempre la meta invernale più gettonata dai surfisti Europei (e non solo) che vogliono saziare la loro fame di onde lasciando la 4.3 a casa e senza bisogno di seccare il conto in banca. Lanzarote è l'isola più a NE dell'arcipelago e rappresenta la meta ideale per chi cerca onde potenti e impegnative e non ha problemi a gestire fondali duri e spesso e volentieri bassi e taglienti.

PANORAMICA

Lanzarote è, come tutte le Canarie, un'isola di origine vulcanica. Non vi starò a dire l'estensione, il numero di abitanti, la densità di popolazione ecc. prima di tutto perchè non le so e poi perchè tanto non ve ne pò fregà de meno.
La parte Nord dell'isola è forse la più bella perchè meno influenzata dal turismo di massa, costituito prevalentemente da Tedeschi spesso obesi e propensi alla imbriacatura diurna e anziani Inglesi pallidi o strinati freschi freschi dal sole. La parte nord dell'isola è tra l'altra quella dove si concentrano i principali spot, in particolare i più consistenti si trovano sulla costa esposta a Nord-Ovest.
La Parte Sud dell'isola è la più commerciale e quella dove si concentrano la maggior parte delle attività di tipo ricreativo, tipo vita notturna, centri commerciali, negozi ecc..
L'isola presenta una varietà incredibile di colori e scorci naturali: dal paesaggio marziano del parco vulcanico del Timanfaya al verde a alle palme stile oasi del paese di Haria, dalle calette magiche del sud alle scogliere a picco della costa ovest. Se avrete occasione di girarla tra una surfata e l'altra, non smetterà di stupirvi. Non per nulla Lanzarote è stata dichiarata nel 1993 dall'UNESCO Reserva de la Biosfera.
Lanzarote è stata tra l'altro terra di adozione di diversi artisti di calibro internazionale, primo tra tutti Cesar Manrique che hanno contribuito a creare un impulso turistico a basso impatto ambientale basato sull'integrazione di iniziative artistiche e turistiche con la cultura e il paesaggio dell'isola. In altre parole c'è molto da vedere e da assaporare oltre alle onde. E' un'isola da gustare nella sua totalità, sulla terra così come nell'acqua.


COME ARRIVARE

Il modo più semplice per raggiungere Lanzarote è ovviamente l'aereo. Nell'isola c'è un solo aeroporto e si trova nei pressi di Arrecife, praticamente l'unica grande città dell'isola . Esistono voli charter dai principali aeroporti italiani oppure voli di linea. Le compagnie di linea che vi porteranno ad Arrecife (solitamente passando prima per Madrid) sono Iberia, Spain Air e Air Europa (da non confondere con Air Europe, consociata di Volare Web...pace all'anima sua). Personalmente consiglio proprio quest'ultima in quanto non fa pagare nessun supplemento per le tavole, sempre che il peso di queste, sommato a quello del bagaglio/i che avete appresso non superi la soglia massima di 20kg (a testa). Di solito è applicata una regola cumulativa: io viaggiavo con la famiglia ed eravamo in 3, quindi potevamo caricare bagagli per un totale di 60kg senza alcun sovrapprezzo: hai voglia a portà roba!!! Può capitare che il volo della prima tratta (Italia-Madrid o Arrecife-Madrid a secondo che stiate andando o tornando) sia di una compagnia diversa da quella della seconda tratta (Madrid-Arrecife o Madrid-Italia)... in tal caso dovete sperare che la compagnia alla quale affiderete la tavola al check-in sia Air Europa e che la persona che vi fa il check-in sia abbastanza gentile e competente da farvi arrivare la tavola a destinazione finale senza bisogno ritirare la tavola e fare nuovamente un check-in a Madrid. Sembrerebbe una cosa ovvia ma non è così soprattutto per le tavole e per compagnie come Spain Air e Iberia (mortacci loro).
Il prezzo di un biglietto di linea A/R Italia-Arrecife oscilla tra i 200 e i 450 euro. Un modo per risparmiare (anche se forse non proprio comodo) sarebbe volare da Ciampino a Barcellona(Girona) con RyanAir e da lì volare con AirEuropa fino ad Arrecife. Non sono sicuro, ma credo che Ryan Air chieda 50 eur per le tavole.
Sicuramente è possibile raggiungere Lanzarote via mare, ma non conosco i dettagli.
Collegamenti aerei
Segue una lista di link a siti internet che vendono biglietti aerei online.

  • Alitalia La nostra compagnia di bandiera
  • Sito di eDreams agenzia di viaggio on-line che offre voli a prezzi incredibili.
  • Evolution Travel offre soggiorni tutto compreso.
  • VolaGratis motore di ricerca per voli low-cost.
  • CTS Centro Turistico Studentesco


    COME MUOVERSI

    Lanzarote ha un'estensione molto ridotta...da un'estremità all'altra (sul lato lungo) ci sono solo circa 70 km. Indubbiamente la macchina a noleggio è il mezzo più comodo e versatile se volete girare un po l'isola. Le tariffe più convenienti sono quelle del broker Amigo Autos: una Fiat Punto con AC, stereo e servosterzo viene circa 130 eur/settimana. Esistono anche rent-a-car fai da te ma non sono un granchè affidabili in caso di rogne e comunque non vi propongono dei prezzi di molto più bassi di quelli standard. Il prezzo della benzina è ridicolo per noi che veniamo dall'Italia: intorno ai 60 eurocent/l! Penso che quando in Italia la benzina costava così, io manco avevo i peli sotto le ascelle
    Se quello che vi interessa è piazzarvi a La Santa e surfare surfare e solo surfare gli spot della baia lì davanti, allora vi basta l'autobus dall'aeroporto. Lanzarote ha un sistema di trasporto pubblico su gomma abbastanza efficiente.
    In ogni caso la pratica dell'autostop è molto diffusa e sicura. Ho visto anche giovani madri con bimbi in braccio e borse della spesa stare sul ciglio della strada con il pollice alzato.
    Lanzarote è ottimamente collegata via mare con le altre isole dell'arcipelago. In particolare per la più vicina Fuerteventura, i traghetti coprono la rotta Playa Blanca-Corralejo e ve ne sono mediamente uno ogni 2 ore, notte esclusa. Il tempo della traversata è di 30/40 minuti ma esistono anche traghetti veloci che impiegano 15 minuti. Il prezzo per i traghetti normali è di circa 10eur a tratta per passeggero mentre per quelli veloci si sale a 17eur. Per traghettare un eventuale macchina esistono pacchetti del tipo n personepiùauto ma non sono un granchè convenienti. Se avete intenzione di fare una capatina di 1 solo giorno a Fuerte vi conviene assai di più lasciare la macchina al porto di Playa Blanca e noleggiarne un'altra al porto di Corralejo per cifre a partire da circa 15 eur/giorno.


    DORMIRE E MANGIARE

    Innanzitutto, dove conviene piazzarsi? Se volete avere sempre il polso della situazione onde, sicuramente La Santa è la posizione più strategica. La Santa è un piccolo paesino popolato da una manciata di pescatori e da surfisti che si trova sulla costa nord-ovest dell'isola. Si possono trovare appartamenti semplici e tranquilli a 2 passi dagli spot a circa 15 eur (in bassa stagione) a persona al giorno. A La Santa non c'è un cazzo. Solo un paio di minimarket, un surfshop, una shaper-room e qualche ristorantino...e anche un'ottima caffetteria dove abbuffarvi quando El Quemao è troppo peso (quasi sempre).
    Famara si trova a 20 min scarsi di macchina da La Santa e offre qualcosina in più (e anche dormire costa qualcosina dipiù), oltre alla spiaggia più grande dell'isola, quasi sempre surfabile anche dal surfista meno esperto. Sicuramente un contatto utile per l'alloggio a La Santa o Famara è SurfToLive. Giusto per darvi un termine di paragone, a Costa Teguise sul lato opposto dell'isola e in un centro turistico decisamente più ricco di vita, potrete trovare per 15 euro(sempre in bassa stagione) a persona al giorno un appartamento con (quasi) tutte le comodità (TV, vasca, pulizie, microwave, possibilità di usare la lavanderia, ecc.) e aggiungendo 9 euro a testa potrete approfittare della mezza-pensione formato tedesco (cioè super abbondante e iper-calorica, così da usare la roba del buffet della colazione per fare i panini per il pranzo...). Lo svantaggio? Famara dista circa 25 min di macchina e La Santa quasi 40 min. E' vero che ci sono spot anche nella più vicina costa Nord Est ma non rompono con la stessa frequenza e qualità di quelli sul lato Nord Ovest.
    Una soluzione adottata dai più giovani e dai più radicali è quella del campeggio libero o del furgone. Decisamente più economico ma scomodo, a voi la scelta.
    Mangiare costa leggermente meno che in Italia, ma non troppo. Un menù del dia lo potete trovare con 6 o 7 euro. La cucina locale merita per lo meno una ricognizione. Altrimenti spesa al mimimarket e vai con la pastasciutta al tonno. Carboidrati e proteine.


    QUANDO ANDARE - CLIMA

    Il periodo più prolifico per le onde è quello invernale ovvero da ottobre/novembre fino a marzo inoltrato/aprile. In tale periodo Lanzarote è investita dalle swell generate nel Nord Atlantico e che quindi provengono da NW, N o talvolta NE. Purtroppo tale periodo è fertile anche per il vento: gli Alisei soffiano pressochè costantemente (con maggior intensità nelle ore diurne) da NE.
    La temperatura media in inverno è intorno ai 20 gradi e c'è praticamente sempre il sole, ma non illudetevi: spesso il vento costringe a felpe o giacchetti anti-vento anche di giorno. Se il vento è ON (e lo è praticamente sempre) scordatevi di stare sulla spiaggia in shorts. A noi è capitato solo un giorno su 15 di poter stare in costume sulla spiaggia a prendere il sole. La notte il vento cala di intensità ed è molto umido specie nel nord dell'isola. Se andate in inverno, il mio consiglio è quello di portare oltre all'abbigliamento estivo (T-shirts e shorts) anche felpe o maglioni leggeri,pantaloni lunghi e un giacchettino leggero.
    D'estate il vento si riduce di circa il 50% ma anche le onde diminuiscono drasticamente di frequenza.
    La temperatura dell'acqua è sempre intorno ai 18/19 gradi: una buona 3.2 intera ci vuole tutta. Ho visto persone in mare anche con smanicate o shorty, qualche corpetto e una volta persino una specie di orco a pelle. Io consiglio una 3.2 intera anche perchè una volta ho provato a fare il bagno in costume e mi ci sono voluti 40 minuti boni per riprendere il controllo delle estremità.

    SURF

    Le onde a Lanzarote sono PESE così come i loro frequentatori abituali. A differenza di Fuerte dove gli spot sono molti e per ogni livello, qui sono pochi ma di qualità e quelli per principianti si contano sulle dita di una mano. Le spiagge surfabili (e accessibili) dell'isola sono un paio, Orzola e Famara e di queste solo Famara presenta una frequenza e una qualità accettabile, oltre che strutture tipo Scuole di Surf/Attrezzatura a nolo. Esiste una spiaggia che si chiama El Risco e si trova a Nord di Famara ma ci vuole 40 min. a piedi (in discesa, che poi diventano 1h in salita) per raggiungerla e una volta arrivati non c'è un cazzo di nulla. Gli altri spot sono tutti su roccia lavica e producono onde potenti e impegnative che rompono su fondale spesso basso e tagliente. Io ho visto un solo spot su roccia adatto a principianti/medio livello sulla costa nord-ovest.

    Attrezzatura
    Se volete sfruttare al 100% le onde invernali che si abbattono sull'isola (e in particolare della zona di La Santa) avrete sicuramente bisogno (oltre alla solita all-round) di una o più tavole da onde grosse: oltre alla tavola che uso abitualmente in Italia avevo con me un 6.6 round pin tail che mi ha consentito di surfare anche i giorni in cui Morro Negro era quasi double-over-head. Se avessi avuto una tavola ancor più lunga, l'avrei usata. Se volete surfare El Quemao grosso (>2m) munitevi di tavola opportuna e magari anche di caschetto.

    L'affollamento negli spot principali può essere talvolta un problema specie se i locali sono in acqua. Marea permettendo vi consiglio di surfare gli spot più famosi (ovvero quelli nell'area di La Santa) la mattina tra le 7 e le 10 quando in acqua troverete solo ragazzi che come voi vengono da lidi lontani per surfare.

    Vi descriverò i dettagli dei principali e accessibili spot dell'isola. Sicuramente ce ne sono altri raggiungibili magari via mare o con 4x4 conosciuti solo da locali che io non ho avuto occasione di vedere e surfare.


    LA SANTA

    Gli spot di La Santa sono senza alcun dubbio i più consistenti dell'isola e non sono troppo influenzati dal vento prevalente ovvero quello proveniente da NE. Lavorano con swell proveniente da W, NW e N. In linea di massima tutte le condizione di marea sono buone ad eccezione della bassa.

    La Santa - El Quemao
    Si trova proprio davanti al piccolo moletto di cemento usato dai pescherecci per uscire in mare e rientrare. E' lo spot più famoso e rappresentativo di Lanzarote. L'onda principale è una sinistra corta ma molto potente, tubante e rompe su poca acqua e fondale pericoloso, pertanto è consigliata solo a esperti, soprattutto se la misura è maggiore di 2m. Se la misura non è enorme, è possibile surfare anche una destra, generata dallo stesso picco e leggermente più lunga e meno potente. L'affollamento non è un problema: l'onda è molto selettiva e pericolosa quindi i locali non devono sforzarsi troppo per proteggere questo gioiello. Molto frequentata da body-boarders. L'ho vista surfare praticamente con qualsiasi marea, ma con la bassa è veramente da kamikaze!!

    La Santa - El Centro
    Proseguendo sulla litoranea che attraversa La Santa, questo spot si trova circa a 500m a nord di El Quemao. Parcheggiate la macchina sul vasto piazzale sterrato che domina lo spot stesso. E' un A-Frame che con media o alta marea genera 2 onde corte ma molto potenti su un fondale roccioso basso ma non pericoloso come El Quemao. Mai visto nessuno surfarlo con bassa marea. La sinistra è meglio della destra ed è molto localizzata. Il picco è perennemente affollato per lo più da locali e body boarders e dato che la zona take-off è un fazzoletto d'acqua, le onde le pigliano sempre e comunque tutte loro. Unica parziale soluzione è quella di alzarsi molto presto la mattina.

    La Santa - Centro Baia
    Visibile dalla strada. Non conosco il nome esatto di questo spot. Dopo El Centro la costa disegna una baia a U che culmina a Nord con il Point del Morro Negro. Quando c'è abbastanza misura e la marea sta salendo, le onde entrano nella baia plasmandosi sulla sua forma e generano una sinistra proprio in fondo alla U ovvero nel punto più interno della baia. Il fondale è fatto di grossi ciotoli ma abbastanza profondo. L'onda è un po moscietta (per lo meno paragonata alle sue vicine di casa) ma è abbastanza lunga e divertente. Per arrivarci proseguite in direz. Nord sulla strada costiera che attraversa La Santa e circa 1km dopo il paese prendete la prima strada asfaltata a sinistra. Dopo 1km scarso girate a sinistra in uno dei tanti stradelli sterrati e parcheggiate vicino agli scogli. Entrare e uscire dall'acqua può essere poco simpatico visto che bisogna zampettare sugli scogli a volte viscidi e con ricci di mare nascosti tra essi. Zero localismo.

    La Santa - El Morro Negro
    Splendido point destro che si sviluppa partendo dalla punta Nord della baia immediatamente a Nord di La Santa e seguendo il profilo della baia stessa, genera diverse sezioni di cui le prime veloci e tubanti, le ultime un po più tranquille, da cut-back. Per lavorare al meglio ha bisogno di una swell consistente e condizioni di media o alta marea. E' forse lo spot della zona più riparato dal vento di NE. A parità di misura non ha la potenza di El Centro ma è molto lunga e quando El Centro è blown-out, qui potete prendere delle vere BOMBE. Lo spot è localizzato ma non tanto quanto El Centro, i local solitamente presidiano la punta e prendono l'onda prima che questa franga sul tavolato roccioso con zero acqua in corrispondenza della prima sezione. Loro si buttano in acqua dalla punta prendendo bene il tempo. Gli altri preferiscono remare (tanto) e si tirano dagli stessi scogli dello spot Centro Baia, a discrezione. Prendere bene il tempo o avere culo, se preferite, è cruciale quando è grosso.


    FAMARA

    Famara si trova sulla costa NW dell'isola, a una 20ina di minuti da La Santa. Gli spot della zona di Famara rompono con le stesse condizioni di La Santa ma sono più sensibili al vento da NE.

    Famara - San Juan
    Portatevi sulla strada principale del piccolo centro di Famara (o Caleta di Famara) e andate verso Sud. Proseguite sulla strada sterrata con un piccolo spartitraffico di pietre al centro. Dopo circa 1km e mezzo sulla destra c'è una sbarra alzata. Entrate nel parcheggio sterrato. Lo spot è lì davanti, si entra dalle roccie sulla destra o dalla spiaggetta sulla sinistra. L'onda principale è una sinistra ripida, tubante, lunga e potente che rompe su uno dei migliori reef dell'isola. Talvolta genera una breve e intensa destra. Richiede discreta misura e marea non bassa nonchè poco vento da NE per lavorare al meglio. Se le onde sono belle è molto affollato, altrimenti è pressochè deserto. Fenomeni di localismo.
    Famara - Molo di Famara
    Veloce e ripida sinistra che rompe a sinistra del piccolo molo che si trova nel centro dell'abitato di Caleta de Famara. Frequentato dai locali. Rocce e scogli dappertutto. Non so dirvi molto su questo spot perchè l'ho solo visto surfare un paio di volte e non l'ho mai surfato di persona.

    Famara - Playa de Famara 1
    La Playa de Famara con i suoi 7 km di lunghezza è la spiaggia più estesa dell'isola. Venendo da Sud (cioè da La Santa, per intendersi) il primo tratto che si incontra è quello frequentato da principianti e scuole di surf. Qui troverete il variopinto e chiassoso scenario di neofiti Tedeschi, Danesi, Inglesi, Svedesi, Italiani ecc. alle prime armi con Bic e affini che si danno da fare sugli stiumoni atlantici. La qualità delle onde varia da giorno a giorno e vi si possono trovare onde divertenti.

    Famara - Playa de Famara 2
    Un altro accesso alla spiaggia è quello consentito da una strada sterrata che sale e solca il fianco della montagna per poi riscendere a mare. La montagna in questione è El Risco de Famara che domina in modo suggestivo la spiaggia. In questo tratto di spiaggia troverete, a seconda delle condizioni, picchi e onde per tutti i livelli. Il vento da NE può talvolta essere un bel rompimento di coglioni.

    Famara - El Risco
    Per raggiungere questa remota e isolata spiaggetta a nord della Playa de Famara bisogna arrivare al paese di Haria e proseguire per El mirador del Rio. Da lì prendere la piccola strada panoramica che scende, lasciare la macchina e scendere a piedi per uno dei sentieri che vanno a mare. Dice fa onde da paura. Io non ci sono stato, anche perchè se arrivi là e 'un c'è una sega o fa caa, ti sei bello e giocato la giornata.


    ISLA GRACIOSA

    Dal piccolo porto di Orzola è possibile raggiungere l'isola La Graciosa che si trova a pochi km dall'estremità NW di Lanzarote. L'isola è deserta fatta eccezione per il porto e altre 2 o 3 case messe in croce. Gli spot sono principalmente 3 e si trovano sulla costa SW dell'isola: La Francesa, Montagna Amarilla e un altro che non ricordo. Gli spot sono raggiungibili solo con 4x4 e alcuni solo a piedi. Ideale da visitare per uno o più giorni, (munendosi di tenda, acqua e provviste) se la swell è molto consistente e viene da W o NW. Mi hanno detto che per cifre attorno ai 15/20 euro ti portano con una jeep dal porto agli spot e poi vi rivengono a prendere. Per informazioni del tipo quando e come andare rivolgetevi al proprietario del Sense Surf Shop di La Santa che ha contatti in loco.


    PUNTA MUJERES

    Punta Mujeres è un paesino sulla costa Nord Est dell'isola. Lo spot è un A-frame facilmente individuabile e con swell da N,NE,E genera una destra e una sinistra che rompono su poca acqua e fondale roccioso. Dice che i local sono veramente incazzati e non permettono a nessuno di entrare. Non l'ho mai visto rompere durante la mia permanenza.


    JAMEOS DEL AGUA

    Si trova poco più a nord di Punta Mujeres, proprio sotto la omonima opera di Cesar Manrique. Per arrivarci entrate appunto nel parcheggio asfaltato e poi prendete la stradina sterrata che scende a mare (indicata con un cartello di divieto di transito, esclusi mezzi di servizio). L'onda è un point sinistra e occasionalmente genera anche una destra. Ha bisogno di una swell da N, NE, E per lavorare. Non so dirvi di più perchè non l'ho mai visto rompere con qualità accettabile durante il mio soggiorno però dice che sia spettacolare.


    PLAYA ORZOLA

    Piccola e semideserta spiaggia all'estremità NE dell'isola. Unica posto surfabile se ovunque è troppo grosso.Le onde sono adatte a principianti e possono essere anche molto divertenti se non c'è troppo vento. Attenzione alle forti correnti e ricordate che qui la condizione della marea influisce pesantemente sulle onde, accrescendone improvvisamente la misura.

  •  
     
     

    Formato PDF Adobe Acrobat  Formato PDF

    Versione stampabile Versione stampa

    Invia per email Invia per email

     
     
     
    El Quemao
    lanzarote beachbreack
    Famara!
    Lanzarote 2002
    Playa de Famara
    El Quemao
    Orzola
    Lanzarote La Santa
    El Quemao
    La Santa
    La Santa
    [ SLIDESHOW ]
     
     
     
  • Alitalia
  • Sito di eDreams
  • Evolution Travel
  • VolaGratis
  • CTS
  • Amigo Autos
  • traghetti veloci
  • SurfToLive

  • Articoli Surf da onda
  • Indice articoli
  • Anteprima articoli
  • Cerca nel sito

    Top in Surf da onda:
    Allenamento » Esercizi di potenziamento muscoli spalle e braccia

  •  
     
     
    7.5
    7.57.57.57.5
    Voti: 8

    Esprimi il tuo giudizio
    su questo articolo:

    2
    44
    666
    8888
    1010101010

     
     
    Limite
    I commenti sono di proprietà dell'inserzionista. SurfReport non è responsabile per il loro contenuto.

    Commenti non abilitati per gli utenti Anonimi, registrati

    Re: Isole Canarie » Lanzarote » Triunfo de Naturaleza (Voto: 0)
    da blueyes72 il 01/02/2005
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    ciao!
    grazie di questo articolo , sto' per partire per LANZAROTE a fine mese e sono una SUPER PRINCIPIANTE, tutte le tue informazioni sono ben gradite, descrizione perfetta di luogo , volo da prendere . complimenti.


    Re: Isole Canarie » Lanzarote » Triunfo de Naturaleza (Voto: 0)
    da stitch80 il 02/02/2005
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Articolo xfetto Pà!Aggiungerei solo una cosa: occhio alla micidiale corrente a Playa de Famara 1!!!!é una corrente veramente infame che in pochi secondi ti porta a largo....ma tanto a largo!!!!Se ci ripenso mi vengono i brividi! :-(

     
    Home · Contattaci · Raccomanda · Guestbook · Accessi  |  WAVE  |  WIND  |  SNOW  |  Top10 · Cerca · Gadgets · Sostieni · Registrati · Logout      
    Meteo Maps Webcam Reports Spots Forum Gallery Articles MySurf Directory Shops Camps Chat Libri News Gruppi Eventi Annunci
     
    Pagina generata in 0.009 sec. - WEB Server: Apache - OS: Linux - CMS: PHPNuke. I contenuti sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons. I siti collegati possono richiedere l'esclusione dal portale. Risoluzione minima consigliata 1280x1024. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox
    Supported by CBA 3BMeteo Test paternità SurfReporter LetsGoItaly Directory SitiUtili WebDir Cerca Codici sconto
    Permalink: http://surfreport.it/modules.php?name=News&file=article&sid=53